Solidarietà ad Elia Minari

Pubblicato da Duilio Cangiari il

Europa Verde Reggio Emilia esprime massima solidarietà e si stringe intorno a Elia Minari, la cui incolumità fisica è messa a rischio, a seguito di minacce intimidatorie di un detenuto, emerse dall’esame di intercettazioni telefoniche.

Apprendiamo che è stato emesso immediatamente un provvedimento di tutela per garantire la sua sicurezza. La decisione è stata presa dal Prefetto di Reggio Emilia, Iolanda Rolli, d’intesa con il Comandante provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza e il Questore.

Esprimiamo vicinanza ad Elia, giovane giurista reggiano, impegnato contro le mafie da oltre dieci anni, fondatore nel 2009 dell’Associazione culturale antimafia Cortocircuito.

Le sue inchieste sono state citate nel maxi-processo “Aemilia”, il più grande processo di mafia del Nord Italia, e hanno contribuito a diverse operazioni giudiziarie contro la ‘ndrangheta, compresa la importante sentenza del Consiglio di Stato.

Promotore, assieme al comune di Reggio Emilia e alla Fondazioni Manodori, del primo “sportello legalità e giustizia”, uno strumento per la tutela della legalità, un punto d’ascolto che offre consulenza legale gratuita e riservata, nella sede del nostro municipio.  Minari si è distinto, anche come organizzatore di eventi di formazione e sensibilizzazione con altri enti del territorio, per creare e mantenere, sempre viva, una rete di collegamento e informazione, strumenti essenziali per la prevenzione e il contrasto al crimine organizzato.

Con lo scoppio dell’inchiesta Aemilia contro la ‘ndrangheta e i successivi processi, alcuni dei quali ancora in corso, abbiamo toccato con mano la presenza anche nel nostro territorio di organizzazioni mafiose, che hanno agito indisturbate per molti anni. Come Verdi siamo da tempo consapevoli dei gravi danni ambientali e sociali che le mafie hanno commesso anche qui al Nord e di come si siano infiltrate ad esempio nel settore agroalimentare, inquinando in profondità l’economia del nostro territorio.

E’ per questi motivi che associazioni come Cortocircuito rappresentano importanti presidi di legalità, indispensabili per tenere sempre alta l’attenzione sul fenomeno delle mafie: organizzazioni camaleontiche, capaci di adattarsi ad ogni ambito e ad ogni mutamento sociale.

L’impegno di Europa Verde vuole essere un sostegno concreto, dentro e fuori le istituzioni ad Elia Minari e ai Ragazzi di Cortocircuito. E dal coraggio di queste persone che deve nascere la forza per schierarsi, tutti insieme, senza divisioni, contro ogni tipo di mafia e per affermare, sempre di più, la cultura della legalità.

Loredana Bertani co portavoce

Duilio Cangiari co portavoce

Print Friendly, PDF & Email

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *